AREA 3 Svantaggio o disagio

La normativa, a questo riguardo, fa riferimento a tutte quelle situazioni, che possono avere carattere transitorio, in cui gli alunni si trovano a vivere e dover affrontare problematiche connesse allo svantaggio socio–economico, linguistico e culturale o a forme di disagio comportamentale, relazionale, psicologico o derivanti da particolari condizioni fisico-biologiche.

Si tratta di situazioni molto eterogenee e che variano da caso a caso, connesse al vissuto personale, ai tratti soggettivi e al contesto familiare, sociale e culturale in cui l’alunno è inserito. Vivere una situazione di svantaggio significa che l’alunno vive un’esperienza personale di fragilità emotiva e psicologica che condiziona le sue relazioni con l’ambiente, i contesti e le persone e che può manifestarsi in un disagio scolastico. Particolare è, inoltre, la situazione di alunni stranieri neo-arrivati in Italia o che non hanno ancora acquisito le adeguate competenze linguistiche.